www.ato3marche.it

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
 

CONVEGNO

“LA GESTIONE UNICA DEL SERVIZIO IDRICO NELL’ATO 3 - Obbligo, minaccia o opportunità?”

Pollenza, sabato 11 luglio 2015


 

AVVISI PER I FORNITORI:

  • Codice Univoco ufficio per Fatturazione elettronica        Vai all'avviso
  • Ente soggetto a split payment dall' 01/01/2015 (Scissione dei pagamenti - Art. 17 ter DPR 633/1972)

Progetto DRINKADRIA

Logo DRINKADRIA


Area Riservata

In evidenza

COMUNICATO STAMPA

Sabato 11 luglio, presso il Teatro Giuseppe Verdi di Pollenza si è svolto un incontro organizzato dall’Autorità d’Ambito n. 3 – Macerata, con il patrocinio del Comune di Pollenza sul tema “La gestione unica del servizio idrico nell’ATO 3 Macerata”.

Il Convegno è stato un importante momento di confronto tra amministratori locali e operatori del settore sul tema della gestione unica di Ambito, cioè dell’individuazione di un unico soggetto industriale in grado di fornire i servizi di acquedotto e depurazione di buona qualità su tutto l’ATO 3 Macerata garantendo tramite la gestione pubblica del servizio tariffe eque e sostenibili.

All’incontro hanno partecipato molti amministratori locali che hanno dato vita ad un vivace e costruttivo dibattito sulla tematica. Il sindaco di Macerata Romano Carancini e l’assessore all’ambiente del Comune di Civitanova Marche Cristiana Cecchetti hanno espresso la necessità di trovare un percorso condiviso verso l’accorpamento delle attuali gestioni, tutelando e contemperando le necessità delle specifiche realtà locali con particolare riferimento ai comuni montani, necessità che è stata ribadita da molti altri sindaci presenti all’incontro.

L’assessore regionale all’Ambiente Angelo Sciapichetti ha fatto proprie le intenzioni degli amministratori locali proponendo di costituire fin da subito un tavolo tecnico, coordinato dalla Regione, che affronti in modo esaustivo e decisivo il tema della governance del servizio idrico, con l’obiettivo di superare nel brevissimo periodo l’attuale frammentarietà della gestione nel maceratese.

Si profilano dunque nell’immediato futuro importanti cambiamenti sia nell’assetto istituzionale che gestionale del servizio idrico nel territorio maceratese, con la proposta modelli di governance più attenti all’efficienza, efficacia ed economicità della gestione.